Indice di Benessere Armonico

 L'Indice di Benessere Armonico (IBA) è un indicatore sviluppato dal gruppo di ricerca Mezzopieno per valutare il benessere globale in maniera organicistica, prendendo in considerazione il più ampio e preciso campione di indici di qualità della vita e delle sue manifestazioni più sensibili.

L'indicatore sintetizza l'armonizzazione di diversi elementi sociali ed individuali mettendo in relazione le principali variabili oggettive e soggettive presenti nella vita della comunità mondiale e calcolandone il grado di evoluzione.

L'IBA è calcolato attraverso un modello matematico sviluppato dall'ufficio studi Mezzopieno che pondera innumerevoli variabili e le sintetizza in un indicatore numerico.

 

L'indicatore si propone come alternativa di approfondimento qualitativo alle classiche parametrizzazioni del benessere quali il PIL, l'indice di povertà, il tasso di inquinamento o l'aspettativa di vita media, andando ad analizzare l'effettivo impatto che i singoli fenomeni esercitano sulla qualità della vita della comunità.

 

L'IBA pondera variabili che rilevano e quantificano indicatori di:

- percezione del benessere

- qualità delle relazioni

- grado di fiducia

- aspettative

- percezione della sofferenza

- percezione di libertà

- auto-realizzazione

- consapevolezza dell'essere

- percezione della giustizia

- armonia con la comunità

- percezione di sicurezza

- qualità del tempo

- rapporto con la natura e l'ambiente

- percezione di serenità

- responsabilizzazione

 

La parametrizzazione dell'indice è il frutto di costante aggiornamento e si arricchisce dell'apporto, dei contributi e della ricerca portata avanti dal Movimento.

Il movimento Mezzopieno favorisce il dibattito, il confronto e la ricerca per il continuo perfezionamento dell'indicatore, unendo l'apporto di contributori estremamente eterogenei come università, ricercatori, gruppi diricerca, organizzazioni, enti e singoli. 

 

L'indicatore ha una sintesi di aggiornamento mensile.

 

Aiutaci a migliorare la compilazione dell'indice: rispondi all'indagine >>